Visite in Trentino-Alto Adige

Castel Ringberg: Elena Walch tra passato e futuro

Avanguardia, cultura e spirito visionario: Elena Walch è tutto questo, oltre ad essere una cantina d’eccellenza. Una donna che si è imposta nel panorama vitivinicolo italiano all’epoca prettamente maschile, mettendo le sue idee innovative al servizio del Sud Tirolo.

Il risultato è un’azienda di spicco, conosciuta a livello internazionale, con prodotti di qualità e al passo coi tempi. Abbiamo avuto la possibilità di visitare la tenuta di Castel Ringberg, la proprietà più antica: pronti a scoprirla insieme a noi?

Elena Walch tra architettura e vino

Elena Walch, architetto di professione, sposa l’erede di una delle più antiche famiglie vinicole della regione. Recupera i vigneti di Castel Ringberg e propone idee innovative che cambiano radicalmente la produzione vitivinicola della zona.

La filosofia dell’azienda è fortemente legata al concetto di terroir: nel corso della visita abbiamo potuto camminare attraverso di essi, constatare le differenze tra i terreni, in grado di cambiare radicalmente dopo pochi passi, tra una tipologia e l’altra di vite.

Castel Ringberg, così come Kastelaz, presenta la denominazione “vigna”, che mette ancora più in risalto lo specifico legame del prodotto con il territorio. Il castello è una struttura asburgica datata 1620, che emerge tra i vigneti, ristrutturata ed integrata con un bistrot ed uno shop. Il negozio – molto moderno – si trova sopra una struttura piramidale capovolta, ideata proprio dalla stessa sig. Walch (che, come abbiamo detto, è architetto).

La visita

Spettacolare tanto quanto i vini che vi vengono prodotti, la visita a Castel Ringberg è stata un sogno. La disponibilità delle ragazze è stata superlativa, il luogo è fantastico, le spiegazioni sono state esaustive e molto interessanti. Tutte le informazioni per le visite le trovate alla pagina dedicata del sito (lo trovate qui).

Le visite a Castel Ringberg si tengono solo su prenotazione, da maggio a ottobre, tutti i venerdì alle 10.30. Per qualsiasi info non esitate a contattare visite@walch.it : risposte in tempi brevi e super cortesi!

Dopo una scarpinata tra le vigne – per le quali si raccomandano scarpe adatte e robuste – si ritorna al castello, dove è possibile degustare alcuni vini selezionati dal personale. Dove? Sulla terrazza esterna, circondati da alberi e vigneti. Ottimo il Lagrein Riserva Vigna Castel Ringberg, per non parlare del Sauvignon – elegante e minerale al punto giusto (credo sia uno dei Sauvignon più buoni che abbia assaggiato fin ora).

Che dire: visita organizzata al meglio, vini eccellenti e location da favola con vista sul Lago di Caldaro. L’unico rimorso è non essere riusciti a visitare la cantina di Termeno, ma ci rifaremo presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 5 =